Blog

Giochi olfattivi per cani

Annusare ed esaminare rientrano tra le attività preferite dei nostri beniamini. Tramite i giochi olfattivi per cani, essi allenano al meglio il proprio olfatto.

Durante le sue passeggiate il cane ama raccogliere le informazioni presenti nell’ambiente circostante attraverso l’utilizzo dell’olfatto. Che vi sia più o meno tempo per farlo, il cane è attento e meticoloso nel ricercare un punto da annusare, esaminare e ricavare tutte le informazioni legate al passaggio di un essere umano o animale da quel medesimo posto.

Se per gli esseri umani il mondo è composto da immagini che catturano la nostra attenzione, per i cani annusare è di fondamentale importanza: il mondo è un odore continuo.

Apparato olfattivo: le differenze tra l’uomo ed il cane.

  • Il numero delle cellule olfattive del cane è di circa 220 milioni.
  • Nell’uomo questo dato oscilla tra i 5 e i 7 milioni.
  • Nel cane la superficie della membrana mucosa è di 100- 150 cmq, con uno spessore di 0.1mm. 
  • Nell’uomo 4- 5 cmq, con uno spessore di 0,006 .

Organizzare delle attività olfattive da intraprendere con il proprio cane è sia divertente per il proprietario, che appagante per il cane!
Tali attività inoltre non devono avere scopi lavorativi o di caccia: possono essere create per un motivo prettamente ludico, e saranno molto utili per rafforzare il legame con il nostro amico a quattro zampe!

E’ bene tenere a mente che un’attività in cui il cane utilizza l’olfatto non deve essere necessariamente organizzata in un ambiente aperto, è possibile divertirsi anche in casa!

Lo sapevi che la presenza di fiori, erbe aromatiche, forti odori di cibo, profumi per umani e diffusori ambientali possono essere oggetto di difficoltà e distrazione nella risoluzione delle attività olfattive per il cane?
Prima di cominciare, pertanto, ti consiglio di accertarti che non vi sia presenza di tali agenti condizionanti e di far ambientare il cane nel luogo in cui andrà a lavorare: sarà importante fargli annusare la stanza o il luogo aperto in cui lavorerà così da permettergli di abituarsi ad odori particolari e di essere a proprio agio esprimendo il meglio delle proprie capacità!

Attività numero 1: La ricerca dell’oggetto.

La prima cosa da chiedersi per poter realizzare questa attività è: “Qual è il gioco preferito del mio cane?”
(Se non hai una risposta a questa domanda devi assolutamente rivedere la tua agenda e dedicare maggiori attenzioni al tuo meraviglioso amico a quattro zampe!).

Ogni cane ha il proprio gioco preferito (sano o malconcio che sia), e per questo gioco basterà anche semplicemente pronunciare il suo nome in modo da permettere al nostro cane di cominciare la ricerca!

E’ il momento di cominciare!

  – Posiziona il gioco o l’oggetto preferito dal tuo cane in un luogo non visibile.
  – Da il comando “Cerca” o “Nome del gioco” per dare il via alla ricerca.
  – Attendi che il cane completi l’attività!
Una volta trovato il gioco, il cane potrà decidere di:
    < Riportarlo e consegnarlo ricevendo una ricompensa (snack, complimento, coccola); ricevere qualcosa in cambio dopo aver compiuto un’azione, permetterà al vostro cane di ripetere il comportamento in futuro;
    < Riportarlo e cercare di intraprendere un nuovo gioco come ad esempio il tira e molla;

⭐ Quando decidiamo di far conoscere al nostro cane questa attività per la prima volta, cerchiamo di nascondere l’oggetto in un luogo in cui possa essere trovato con facilità.
Come accade per l’addestramento più semplice sarà l’approccio all’attività da parte del cane, più veloci saranno i risultati ottenuti.

Obiettivi dell’attività:
  – Ottenere un cane che sarà in grado di effettuare l’attività di ricerca senza ricevere un premio.
  – Riuscire a ripetere l’attività in luoghi differenti e aumentando il numero di agenti distrattori.
  – Impostare un comando gestuale  (LEVEL PRO!) o utilizzare il clicker.

Accessori da utilizzare:
  – Palline per cani.
  – Kong.
  – Peluche per cani.
  – Corde.
  – Salamotti.
  – Clicker. 

Attività numero 2: La ricerca dei bocconi

Questa attività è una delle più semplici da praticare, e come per la precedente, può essere realizzata anche in casa; anche questa, inoltre, necessita di un livello di partenza molto semplice, che verrà man mano aumentato con il ripetersi della pratica e dei tentativi.

L’elemento fondamentale per la corretta realizzazione di tale esercizio è l’attenzione da parte del cane nella ricerca di un qualcosa per cui non riuscirebbe a fare a meno: in questo caso, per esempio, sarebbe perfetto utilizzare uno snack o del cibo che lo manderebbe su di giri!

Aggiungere comandi a questo esercizio sarà molto tutt’altro che complicato:
  – Potrai cominciare a coprire il boccone con oggetti leggeri e che il cane potrà spostare o sollevare per scovare la sua ricompensa;
  – Potrai impostare il comando “RESTA”, nascondere l’oggetto a distanza notevole da quella in cui è seduto il cane, ed pronunciare il “CERCA”;
  – Potrai addirittura creare una sorta di involtino con un vecchio straccio che dovrà essere distrutto o aperto dal cane prima di trovare il suo boccone preferito.

Insomma…dovrai solo stuzzicare la tua fantasia e proporre al tuo cane sfide sempre più complicate!

⭐ Se per realizzare l’esercizio deciderai di utilizzare degli snack per cani ricorda di non esagerare con le quantità! 

Accessori da utilizzare:
  – Snack adatti al tuo cane.
  – Giochi per cane.

Attività numero 3: Il gioco delle tre tazze

Ultimo, ma non di certo per livello d’importanza, il gioco delle tre è sicuramente una di quelle attività che almeno una volta nella tua vita da padroncino avrai sentito nominare!

Il gioco è molto semplice: consiste nell’utilizzare, appunto, delle tazze (vanno bene anche dei barattoli o delle scatolette resistenti) e capovolgerle inserendo un boccone solo in una di esse.

⭐ E’ importante utilizzare oggetti che non creino rumori poco graditi una volta che questi vengano ribaltati; è importante utilizzare oggetti che in qualche modo possano rompersi e causare dei danni fisici al cane.

E’ il momento di cominciare!
  – Dopo aver ribaltato le tazze e nascosto il premio, comunica al cane l’inizio della attività tramite il comando “CERCA”.
  – Esso se sarà spinto da una buona motivazione, riuscirà ad indovinare immediatamente la tazza sotto la quale si trova la sua ricompensa.
    Se ciò non dovesse accadere, nessun problema:
  < potrai attendere che il cane trovi una soluzione per arrivare ad ottenere il boccone in maniera autonoma.
  < potrai guidare la sua scelta aiutandolo a comprendere in maniera più semplice l’attività.
  < potrai premiare il cane anche subito dopo che avrà trovato la ricompensa così da indurlo a non abbandonare l’attività di ricerca nelle prove più complesse.

E’ il momento di cominciare!
 – Attira l’attenzione del cane, facendogli notare che nascondi tra le mani un boccone.
  – Lancia il comando del “CERCA” facendo cadere il boccone tra i piedi o in un punto a te ravvicinato.
  – ll cane si fionderà verso il suo snack preferito e dovrai esaltare con entusiasmo la sua azione in modo da fargli comprendere che iniziare una ricerca lo porterà ad ottenere una ricompensa.
  – Dopo diversi tentativi ben riusciti, continua a ripetere l’esercizio aumentando lentamente il grado di difficoltà.
  – Quando il cane avrà capito il gioco, comincia a nascondere il boccone dietro delle porte, tra
Se il cane avrà qualche difficoltà, potrai aiutarlo indicando la zona in cui deve cercare, senza però condurlo al boccone (se noti che l’esercizio proposto è troppo difficile, torna indietro ad un livello più facile per poi aumentare successivamente la difficoltà della prova.

⭐ Quando il tuo cane avrà un buon feeling con l’attività, potrai aumentare il numero di tazze!

Buon divertimento! 🙂